Collana diretta da Paola Bastianoni, Luigi Fadiga e Maria Teresa Pedrocco Biancardi

Comitato scientifco:
Chiara Baiamonte, Licia Barrocu, Alessandro Chiarelli, Emanuela Confalonieri, Paola Di Blasio, Francesca Emiliani, Laura Fruggeri, Dina Galli, Stefania Guglielmi, Tiziana Mancini, Giannino Melotti, Paola Miano, Vito Minoia, Nadia Monacelli, Marilena Moretti, Patrizia Patrizi, Daniele Seragnoli, Giuseppe Scandurra, Alessandra Simonelli, Gloria Soavi, Michalis Traitsis.

La collana ospita manuali e monografie dedicati alla tutela e alla protezione dei diritti evolutivi, sociali, giuridici dei minori, redatti con un esplicito intento interdisciplinare e con la condivisa e comune attenzione a promuovere la conoscenza e il rispetto per ogni soggettività in ogni contesto sociale: famiglia, scuola, tribunale, contesti residenziali alternativi alla famiglia. Le finalità perseguite sono preminentemente rivolte a: promuovere e diffondere una cultura relazionale centrata sull’accoglienza e il rispetto delle molteplici espressioni della soggettività umana; sensibilizzare i professionisti che si occupano o che si occuperanno di minori verso una capacità di ascolto, di accoglienza e di condivisione delle problematiche strettamente collegate alla specificità della fase evolutiva del minore, con particolare attenzione alle situazioni di disfunzione familiare (conflitto, maltrattamento, fisico e psicologico) e/o di compromissione nella socializzazione con i pari (vittimizzazione, stigmatizzazione, pregiudizi etnici e di genere); fornire al lettore, relativamente alla sua specifica professionalità (operatori sociali, educatori, insegnanti, psicologi, giuristi, volontari, studenti di scienze umane), strumenti di valutazione dei contesti evolutivi e delle relazioni significative che li caratterizzano in modo da accrescere competenze psicologiche, sociali e giuridiche integrate che possano facilitare la progettazione e la realizzazione di interventi riparativi, sia di matrice giuridica che terapeutica ed educativa; integrare conoscenze teoriche ed esperienze pratiche che possano consentire una migliore e più diffusa comprensione dei fattori e dei processi di grave rischio e compromissione del benessere e dello sviluppo personale in età evolutiva, al fine di contrastarli promuovendo il benessere e la salute degli individui attraverso un mirato incremento delle caratteristiche protettive degli ambienti di vita. I volumi della collana sono sottoposti a referaggio doppio cieco.

 

 


 

 

A cura di Paola Bastianoni e Maria Teresa Pedrocco Biancardi

I diritti dei minori

Percorsi di tutela e protezione

 

I-diritti-dei-minoriLe tante professionalità che si esprimono in questo volume perseguono il comune obiettivo di promuovere una cultura dell’infanzia più consapevole circa i bisogni e i diritti evolutivi dei bambini/ragazzi e di arricchire le competenze riflessive e operative di coloro che nei servizi pubblici e/o privati a vario titolo si occupano di minori. La multidisciplinarietà e l’integrazione sono i criteri principali attraverso cui gli autori e le autrici – professionisti e docenti universitari che da molti anni insegnano nel Master “Tutela, diritti e protezione dei minori” dell’Università di Ferrara – declinano il loro sapere e le loro esperienze, trasformandole in puntuali azioni preventive e in buone prassi riparative. Il volume offre l’occasione per riflettere responsabilmente sulla rilevanza culturale che alcuni cambiamenti importanti hanno assunto nella nostra società, dalla molteplicità di forme familiari esistenti alle dinamiche che riguardano le diverse forme di genitorialità, e che richiedono una rivisitazione e un’integrazione dei modelli di lettura, criteri di prevenzione e pratiche operative tradizionali, per adeguare efficacemente il sostegno di bambini e genitori alle nuove realtà emergenti.

 

 


 

 

A cura di Paola Bastianoni e Chiara Baiamonte

Le famiglie omogenitoriali in Italia

Relazioni familiari e diritti dei figli

le-famiglie-omogenitoriali-in-italia

La ricerca scientifica internazionale ha da tempo accertato come non siano le strutture familiari a determinare a qualità degli esiti evolutivi dei figli,  bensì le dinamiche relazionali presenti al loro interno, il clima affettivo e le competenze genitoriali nonché i supporti sociali, le politiche familiari e i sistemi educativi vigenti negli Stati. Le famiglie con genitori omosessuali come tutte le altre, possono essere contesti protettivi e forieri di felicità per i propri figli, oppure luoghi minati da rischi evolutivi; ma ciò che sposta il baricentro dalla protezione al rischio in Italia è proprio l’assenza di diritto che favorisce lo stress psicologico nel quotidiano confronto con l’omofobia istituzionale e aumenta la discontinuità della relazione affettiva con chi si ama.L’intento del volume è far conoscere la realtà delle famiglie con genitori omosessuali in Italia, la qualità e le specificità delle relazioni familiari al loro interno e i rischi connessi all’assenza di diritti, promuovendo l’affermazione di una cultura delle differenze che tuteli il diritto di ogni bambino/a, e dei suoi genitori, al riconoscimento delle proprie relazioni familiari.

 

 


 

 

Alessandro Chiarelli

La Polizia e la tutela del minore

Guida teorico-pratica per gli operatori

 

la-polizia-e-la-tutela-dei-minoriInvestigare sui reati commessi contro i minori è un compito difficile; le normative sono complesse e i risvolti umani particolarmente delicati. Questo è un manuale teorico-pratico che esamina la legislazione penale del settore e ne discute gli aspetti operativi, quelli con cui chi lavora in Polizia è chiamato a confrontarsi quotidianamente.
Il taglio pratico e il linguaggio rendono il testo un supporto ideale per tutti coloro che mirano ad approfondire la conoscenza dell’intervento giudiziario in caso di abuso e maltrattamento di minori. Se gli operatori di Polizia potranno trovare una sorta di vademecum per la loro attività quotidiana di contrasto ai crimini contro i minori, gli addetti delle professioni di aiuto, psicologi e assistenti sociali, reperiranno in questo testo conoscenze e riflessioni che integrano e completano quel sapere “olistico” che dovrebbe essere  patrimonio condiviso di ogni operatore della rete, nella prospettiva di formare professionisti capaci di assumere uno sguardo il più possibile completo, quello che solo può garantire la tutela del “superiore interesse del minore”.

 

 


 

 

A cura di Paola Bastianoni, Monia Ciriello e Alessandro Maria Fucili

Comuni_care in comunità per minori

 

comuni-care-in-comunità-per-minoriOggi è sempre più necessario  affermare la centralità di un approccio relazionale nei servizi residenziali destinati alla cura di bambini, bambine e adolescenti segnati da traumi relazionali consumati in famiglia, da violenze subite nei lunghi viaggi per arrivare in Italia, fuggendo da Paesi in guerra e ricercando almeno una possibilità di vita lontano da destini di violenza, povertà e morte.
Le comunità per minori, esposte a forti critiche da parte dei media e da un sistema sociale di cura e di tutela dei diritti relazionali dei minori sostanzialmente impoverito, risentono – più di altri contesti di cura e educativo-assistenziali – di una grande deprivazione culturale e di regolari setting deputati alla riflessione e alla supervisione del proprio operato quotidiano, condizione essenziale e indispensabile per non vanificare impegno e risorse umane, sociali ed economiche.
Questo volume cerca di offrire un’alternativa alla solitudine e alla denigrazione di cui sono oggetto le comunità per minori fornendo un’alternativa: un’esperienza possibile di formazione/supervisione a matrice relazionale con uno scambio comunicativo intenso e regolare tra decine di professionisti dell’intero territorio italiano per un anno si sono confrontati quotidianamente sulle tematiche centrali dell’intervento di comunità sulla piattaforma on line del Master “Tutela, diritti e protezione dei minori” dell’Università di Ferrara.
Comuni_care in comunità per minori è l’espressione di una nuova dimensione didattica, formativa e di supervisione che supera i vincoli di spazi e tempi, senza rinunciare a un ambiente relazionale autenticamente connotato, che è principio fondante di ogni comunità.

Comments are closed.