Interventi di valutazione in ambito giudiziario ( CTU ) e di sostegno al minore e alla famiglia disfunzionale

fuchi

Contenuti del corso

Costrutti e definizioni di genitorialità e funzioni della genitorialità in ambito psico-giuridico. Le principali linee-guida e protocolli per la valutazione della genitorialità e per la valutazione del minore presunta vittima in ambito psico-giuridico. La perizia sulla competenza testimoniale del minore nel caso di supposto abuso/maltrattamento. La consulenza tecnica per la valutazione delle capacità genitoriali e i suoi diversi modelli. La consulenza tecnica per la valutazione del danno sul minore. Principali strumenti psicodiagnostici da utilizzare per la valutazione del minore e della sua famiglia. L’osservazione diretta delle relazioni familiari con il Lausanne Trilogue Play clinico (LTPc); osservazione della triade e delle diadi. Il colloquio con il minore, con i genitori e con altre figure significative nei contesti di consulenza tecnica. La valutazione del contesto familiare e sociale; i tecnici coinvolti. Schemi di relazione di consulenza tecnica, quesiti dei magistrati e linee-guida per la redazione della relazione. I principali iter processuali in cui nasce la richiesta di valutazione tecnica e di interventi di sostegno. Il rapporto tra le diverse figure professionali e il lavoro di rete inter-organizzativo nel lavoro di valutazione tecnica e nella progettazione degli interventi di sostegno. I principali modelli di intervento (di sostegno e terapeutico) con il minore e la famiglia abusante/maltrattante: linee-guida, protocolli, casi, esperienze.

Obiettivi del corso 

- Fornire conoscenze cliniche e psicodiagnostiche e strumenti necessari per

a) la valutazione in ambito giudiziario e clinico del minore e delle competenze genitoriali in un’ottica processuale e trasformativa, orientata a comprendere criticità e potenzialità presenti nel minore e negli adulti in supposta e/o momentanea difficoltà nell’esercizio della genitorialità,

b) la formulazione di percorsi di sostegno e/o trattamento per il minore e la famiglia e percorsi di riparazione di eventuali danni subiti dal bambino;

- Dotare i formandi di conoscenze utili alla comprensione degli iter processuali nei quali ha origine la richiesta di valutazione del minore e di intervento su questi e la sua famiglia;

- Dotare i formandi di conoscenze utili alla progettazione e pianificazione di valutazioni tecniche (consulenze tecniche) e della loro redazione (stesura delle relazioni);

- Specializzare i formandi nella progettazione, pianificazione e valutazione degli interventi di sostegno e/o trattamentali rivolti al minore e alla famiglia.

Docente

Morena Tartari, Psicologa, Psicoterapeuta –  Università degli Studi di Padova

Morena Tartari

Lascia un Commento