Mean Creek

mean creek

Regia: Jacob Aaron Estes

Genere: Drammatico

Tipologia: Diventare grandi, Giovani

Interpreti: Rory Culkin, Ryan Kelley, Scott Mechlowicz, Trevor Morgan, Josh Peck, Carly Schroeder

Origine: Usa

Anno: 2005

 

Trama: Per vendicare il pugno che il bullo George ha sferrato al gracile fratellino Sam, l’adolescente Rocky e il balordo Marty – ossessionato dal suicidio del padre – organizzano una spedizione punitiva, e coinvolgono la piccola Millie e il timido Clyde, figlio di padri gay, in una gita sul fiume in cui dovrebbero denudare e abbandonare la vittima. Ma durante la gita il gruppo di ragazzi si accorge che George è un ragazzo problematico e solo, con un forte bisogno di amicizia. Sam vorrebbe lasciar perdere, ma gli eventi prendono il sopravvento e George muore annegato nel fiume.

Recensione: Sam (Rory Culkin) è un liceale più maturo della sua età. Ma è anche mingherlino. Il bullo George lo picchia a scuola. Sam escogita una vendetta: invitare il nemico a una gita sul fiume con altri suoi complici e fargli la festa. Sarebbe un piano perfetto se durante la gita George non si dimostrasse un simpaticone dal cuore d’oro e se Rocky, il fratello più grande di Sam, non volesse comunque portare a termine la punizione per dimostrare di essere un duro.
Quello che colpisce di Mean Creek, esordio promettente scritto e diretto dal 31enne Jacob Aaron Estes, è uno strepitoso cast di attori adolescenti (il piccolo Culkin è anni luce più bravo del fratello più grande Macaulay, ex baby star ora decaduto) guidati da un fiero cineasta indipendente che filma i dilemmi morali dei suoi personaggi come fossero effetti speciali. Tale è la spettacolarità dei contorcimenti interiori di questi fragili adolescenti guidati alla violenza dalla logica del branco e circondati da una natura splendida ma indifferente.

Social tagging: > > > >

Comments are closed.