Ricostituito l’Osservatorio Nazionale per l’infanzia e l’adolescenza

Con la designazione dei nuovi  membri l’Osservatorio Nazionale per l’infanzia e l’adolescenza può ora finalmente riprendere la sua operatività

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti con Decreto del 17 giugno 2014  ha designato i nuovi membri dell’Osservatoriosi tratta di 52 rappresentanti di pubbliche amministrazioni nazionali e locali, di enti e associazioni, di organizzazioni del volontariato e del terzo settore ed esperti in materia di infanzia e adolescenza che hanno ricevuto un incarico biennale.

L’Autorità garante è un invitato permanente dell’Osservatorio così da garantire collaborazione, sinergie e supporto tra i due organismi: in proposito il Garante Spadafora ha dichiarato di ritenere questa presenza “molto importante” e di apprezzare “che il Ministro abbia voluto creare un collegamento permanente tra queste due realtà che, con funzioni diverse, hanno come obiettivo comune l’attuazione dei diritti dei bambini e degli adolescenti che vivono in Italia”.

L’Osservatorio è un organismo di coordinamento fra Amministrazioni Centrali, Regioni, Enti Locali, Associazioni, Ordini professionali e Organizzazioni non governative che si occupano di infanzia (è stato istituito, insieme alla Commissione Parlamentare per l’infanzia, con la Legge 451/1997 ed è regolato dal D.P.R. del 14 maggio 2007 n. 103). Tra i suoi compiti principali c’è la stesura dello schema del Piano nazionale infanzia, che manca  da più di due anni, e che costituisce il luogo principe della programmazione delle politiche per l’infanzia e l’adolescenza in Italia.

Comments are closed.