Stelle sulla terra – Taare Zameen Par

stelle sulla terra

 

 

 

 

 

 

 

Regia: Aamir Khan

Genere:  Drammatico

Tipologia: Il mondo della scuola

Interpreti: Darsheel Safary, Aamir Khan, Tisca Chopra, Vipin Sharma, Sachet Engineer, Tanay Chhed, M. K. Raina,  Lalita Lajmi

Origine: India

Anno: 2007

 

 

Trama: Ishaan è un bambino di otto anni con grandi difficoltà a scuola perché dislessico. Ripete la terza classe e ogni materia rappresenta un problema. Dopo un incontro con gli insegnanti, i genitori decidono di iscrivere il bambino in un collegio dove diventa amico di Rajan Damodran, il migliore studente della classe. Ishaan vive questa nuova situazione come una punizione e soffre molto per la separazione dalla famiglia; inoltre anche nel nuovo istituto il bambino non riesce a fare progressi e sprofonda nella depressione, fino all’arrivo di un nuovo maestro di arte, Ram Shankar Nikumbh. Il docente, dislessico lui stesso sin da bambino si rende subito conto di trovarsi davanti un bambino con dislessia e contemporaneamente rimane profondamente colpito dalla creatività e dal talento che Ishaan dimostra nell’arte. Decide dunque di prendersi personalmente cura di lui, intraprende un percorso di riabilitazione della lettura e della scrittura e indice una gara di pittura per tutta la scuola per permettergli di mostrare la sua grandissima abilità in questo campo. Ishaan fa un bellissimo disegno e arriva primo battendo anche il proprio maestro. Finalmente il suo viso si si illumina di un immenso sorriso.

Recensione: Il film indiano Taare Zameen Par – Stelle sulla Terra è del 2007 ed è stato prodotto e trasmesso dalla RAI,  in Italia, nel 2010. Ishaan è un bambino dislessico. Il tema vero non è tanto la dislessia che pure ha un suo ruolo reale, quanto la liberazione da essa, la convinzione, con il supporto adeguato, di poter vincere gli ostacoli apparentemente insormontabili che essa pone. Il bambino ha bisogno di essere compreso e aiutato, di intraprendere percorsi didattici idonei alla sua condizione. Non lo capisce e lo rifiuta la famiglia, non lo capisce, non lo aiuta e lo etichetta la scuola. Si chiude sempre di più in se stesso, disturba, pasticcia, marina la scuola e si inventa improbabili giustificazioni. Soprattutto non è quello che il padre si aspetta che sia, il primo della classe come il fratello maggiore. Non potrà mai diventare uno stimato professionista e occupare un posto di riguardo nella società. Vive come una punizione il collegio dove è stato mandato dopo la disastrosa pagella del primo quadrimestre e gli aspri rimproveri del padre. E i risultati, anche nella nuova scuola, non cambiano, anzi si acuiscono: i compagni lo deridono per le lettere che lui dice di veder ballare; i docenti e il preside  lo considerano un peso di cui dover disfarsi. La svolta avviene inaspettatamente, quasi per caso, quando arriva un nuovo maestro, Ram Shankar Nikumbh, per supplire l’insegnante di arte. Ram si presenta agli alunni come un clown e strappa loro subito un sorriso guadagnandosi l’attenzione e la fiducia. Tranne il piccolo Ishaan, i cui occhi rimangono spenti ed assenti. Non guadagna, però, nemmeno la stima dei colleghi e del preside che considerano la sua attività come una perdita di tempo, inefficace, e non propriamente valida ai fini didattici e dell’apprendimento Il nuovo insegnante, incurante delle critiche, osserva il bambino, gli sta vicino, comprende che quelle lettere ballerine, quei quaderni pasticciati sono dovuti a un disturbo specifico di apprendimento (DSA) di cui egli stesso da bambino è stato colpito. Ne parla con i genitori che si rifiutano di credere che il figlio sia un «ritardato». Ne parla con il preside e nonostate la sua diffidenza sottopone il bambino ad un percorso di riabilitazione. Prima, però, fa comprendere alla classe e al piccolo Ishaan, attraverso una favola, che tutti, animali e uomini, per conseguire qualsiasi traguardo, devono seguire le proprie diverse capacità ed attitudini e far emergere con forza, energia e coraggio le propire potenzialità perché le aquile sono nate per volare (V. Rossella Grenci, Le aquile sono nate per volare – Il genio creativo nei bambini dislessici, C. S. Erickson. 2004).  E sicuramente in alto sono volati  Leonardo da Vinci, Steven Spielberg, Einstein e George Clooney tutti con difficoltà legate a questo disturbo d’apprendimento. Ishaan ha una spiccata attitudine per la pittura. Ram organizza una gara di arte a cui partecipano alunni e insegnanti. Ishaan  ne è il vincitore e supera lo stesso insegnante con un disegno stupendo. Comincia a credere in se stesso, impara a leggere e a scrivere, spicca, come le aquile, il volo.

A. C.

Social tagging: > > > >

Comments are closed.