Archives for Nell’angolo più scuro

Nell’angolo più scuro

Uno sguardo sul libro

Nera. La vita dimenticata di Claudette Colvin, di Émilie Plateau, per  Einaudi Ragazzi, con la traduzione di SIlvia di Mercurio

Da Tania de Montaigne

Nel leggere Nera. La vita dimenticata di Claudette Colvin mi è venuta in mente Billie Holiday. Perchè è morta nel periodo in cui le lotte di cui si parla nel graphic novel erano attive. Perché anche lei è una donna che ha dovuto lottare per avere una propria identità. Perché entrambe hanno avuto traversie col proprio cognome. Perché è una delle donne nere che in quanto tali ha subito un’infanzia d’inferno da cui è, solo in parte, uscita grazie al proprio talento e forza d’animo. E poi perché nel periodo di quelle lotte oramai la sua musica era conosciuta, girava anche nelle radio,  al punto da andare in tournée in Europa. Nera. La vita dimenticata di Claudette Colvin inizia così: “ Fai un respiro profondo. Lascia il luogo a cui appartieni.” Ed io l’ho fatto ascoltando le inconfondibili note di Billie Holiday in sottofondo.

Read More