Un asilo itinerante per aiutare i genitori a cercare lavoro

Un asilo itinerante nella regione parigina di Montreuil-sous-Bois aiuta i genitori, in particolare single, a trovare il tempo per cercare lavoro o svolgere procedure amministrative.
Questa scuola per l’infanzia itinerante, denominata “bébé-car”, è un’invenzione della cooperativa E2S, ed è fornita di tutto il materiale necessario per intrattenere i più piccoli: giochi, prodotti per l’igiene e la cura, cibi biologici.
“Abbiamo creato E2S per proporre dei servizi su misura agli abitanti dei quartieri. Abbiamo deciso di essere una cooperativa per coinvolgere i professionisti della prima infanzia nel progetto e per evitare di essere inglobati da strutture private” dichiara Olivier Gastou, uno dei tre gestori della cooperativa a La Croix. “In alcuni quartieri sono presenti molte famiglie precarie, spesso monoparentali, per cui il non poter lasciare i figli all’asilo diventa il freno principale nell’accesso a un percorso di formazione o lavorativo” continua Gastou.
“Cerchiamo di risolvere il problema del babysitting per le madri che altrimenti non potrebbero seguire i corsi socio-linguistici. Ci vengono mandate dai nostri partner della Caf (Caisse d’allocations familiales) e dai centri sociali” spiega Peggy Garnier, una delle ideatrici di questo progetto.
Di fatto questo asilo itinerante permette a molti genitori di avere un posto professionale e ben attrezzato dove lasciare i propri bambini. Khadidja Diallo lascia sua figlia Halima tutti i lunedì al “bébé-car” per andare a cercare lavoro, “Abito a cinque minuti a piedi da qui – dichiara. Qui non costa molto (da 15 a 30 centesimi all’ora, il resto viene corrisposto dallo Stato) e non sono più obbligata a lasciare mia figlia ad una vicina”. Per Dramane Doucouré, che lavora alla stradale, il “bébé-car” è un’ottima alternativa all’asilo, “Non abbiamo avuto il posto all’asilo e qui è accessibile per Djibril anche durante le vacanze scolastiche”.
I bambini seguiti sono una quindicina e vengono accolti collettivamente da due o tre animatori della prima infanzia. La cooperativa E2S, nata nel 2012, conta già otto dipendenti.
“Il nostro obiettivo è di costruire delle soluzioni adattate per i bambini, insieme ai genitori e ai servizi sociali” sottolinea Olivier Gastou, che con la sua cooperativa gestisce anche la multi-accoglienza solidale, un servizio che offre ai genitori un posto dove lasciare i propri figli regolarmente, per mezza giornata e soprattutto in caso di emergenza, per cercare lavoro.

(Fonte : Redattore sociale)

Comments are closed.